PISSERI-RIZZI

CAMPIONI D'ITALIA U21

 

 

30-31 Agosto: Finali Nazionali U21 a Jesolo PISSERI-RIZZI vincono l’oro

 

 

La preparazione finale per Jesolo viene iniziata la settimana precedente nel campo di allenamento del Progetto Beach Volley della Piscina, quando Rizzi, ospitata da Pisseri, rimane un paio di giorni a Parma per allenarsi sotto la guida tecnica di coach Bovio.

In settimana si viene a sapere che le due coppie favorite Giontella-Nicolai e Ingrosso-Ingrosso partecipano ad un torneo in Norvegia e pertanto non saranno presenti a Jesolo e questo dà subito una iniezione in più al duo emiliano-romagnolo, infatti se prima l’obiettivo era arrivare in semifinale per provare a vincere il bronzo e ben figurare contro le due coppie selezionate dall’Italia, ora si apriva la possibilità reale di puntare ad una medaglia e il colore di questa poteva anche essere l’oro… Entrati nel tabellone principale da 32 come testa di serie, passano il primo turno senza giocare; nel secondo turno vincenti incontrano la coppia locale Salatin-Perini, due giocatori fisicamente molto forti, caricati dal pubblico locale e che avevano battuto in precedenza proprio l’altra coppia ducale formata da Rossi-Consigli. Pisseri-Rizzi pagano lo scotto del debutto e la responsabilità di essere una delle coppie favorite per arrivare in semifinale e inspiegabilmente perdono 2-0 20-22 30-32, in una partita durata oltre un’ora di gioco, quasi un record per una partita durata solo due set.  A questo punto la strada si fa in salita, infatti al prossimo passo falso, essendo volati nel tabellone perdenti, sarebbero stati eliminati. Inizia però la rincorsa verso un poso al sole: prima, alle 12.30, vincono con Sbarra-Cordano 2-0 21-5 21-9 in 28 minuti (rimarrà la partita più veloce delle intere finali nazionali, tanto per dimostrare la voglia di riscatto di Rizzi e Pisseri) ed entrano nei primi tredici; poi alle 15.30 eliminano Lazzarini-Valentini sempre 2-0 21-18 21-10 e sono tra le prime nove coppie d’Italia. Alle 17 hanno un incontro impegnativo contro Andreatta-Pranovi, una delle coppie favorite per la medaglia, che avevano perso da Cionca-Cecchini, una delle coppie più forti, provenienti dalle Marche. Andreatta, l’avversario di turno è uno dei vari ragazzi selezionati anche dallo staff tecnico della Nazionale, ma certo non è questo che può spaventare Pisseri-Rizzi, che entrano in campo concentratissimi e vogliosi di proseguire il loro cammino: equilibrio solo nel primo set, dove però si capisce che Pisseri-Rizzi avrebbero avuto ragione dei due avversari. Alla fine vincono 2-0 21-17 21-11 e terminano le fatiche del sabato: conclusione dopo aver perso la prima gara all’esordio, vincendo tre partite consecutive nel tabellone perdenti entrano almeno tra le migliori sette coppie d’Italia e la domenica mattina, alle 8.30 devono incontrare Santin-Gabana e in caso di vittoria rincontreranno gli avversari che li avevano battuti all’esordio, sconfitti da MontinaroGalasso, l’altra coppia, quella pugliese, che era tra le papabili semifinaliste alla vigilia. In serata c’è il cambio di guardia tra il prof Del Chicca, che era salito con i giocatori venerdì pomeriggio e li aveva assistiti sabato e coach Bovio, arrivato sabato sera per controllare i dettagli. Domenica mattina alle 7.45 i ragazzi sono già in campo per riscaldarsi al meglio e non fallire l’appuntamento; senza perdere molte energie Pisseri-Frazzi vincono 2-0 21-12 21-15 e sono almeno tra le prime cinque. Ora, di seguito con solo mezz’ora di tempo dal termine del primo incontro, alle 09.50, Pisseri-Rizzi vogliono vendicare il triste ricordo dell’esordio e fin da subito fanno capire le loro intenzioni; Salatin-PErin, i campioni del posto sono messi alle corde da Pisseri-Rizzi che con un mortificante 2-0 21-11 21-13, passano meritatamente in semifinale. Finalmente Pisseri-Rizzi sono arrivati dove sapevano di dover arrivare, ma la fatica è stata maggior del previsto, se non altro per essere terminati da subito nel tabellone perdenti ; ecco che la semifinale con la coppia Cionca-Cecchini, ancora imbattuti e belli freschi era sicuramente una partita difficile, sia per il valore degli avversari sia per il fatto che per il duo emiliano-romagnolo era la terza partita consecutiva della domenica mattina, mentre per i campioni delle Marche era solo la prima fatica di giornata.

LA semifinale parte alle 11.15, la tensione si fa sentire solo nei primissimi punti, 0-2 per i marchigiani, poi gran equilibrio: parità raggiunta sul 3-3 poi si procede punto a punto fino al 15 pari, con grandi scambi da ambo le parti. A questo punto break decisivo, attacco vincente di Nicola e buon turno in battuta di Nicola, che porta prima un muro vincente di Rizzi e infine, dopo una difesa di Pisseri, al contrattacco vincente del parmigiano e quindi all’allungo decisivo del primo set: 18-15 per Pisseri-Rizzi; due campbi palla regolari di entrambe le coppie e si va 19-16 e altro break-point con contrattacco di Rizzi e si arriva sul 20-16 al primo set-ball; punto di Cionca e con il 20-17 si va al primo set-ball su ricezione e Rizzi non si fa scappare la possibilità di chiudere subito il set 21-17 e portarsi avanti. Nel secondo set, dopo un 3-3 iniziale frutto di errori, Pisseri-Rizzi spingono sull’acceleratore e grazie ad un ottimo Pisseri volano 9-4; grave errore in battuta di Rizzi che dà forza a Cionna-Cecchin che si rifanno sotto 9-8, costringendo Pisseri a chiedere time-out. Dopo il Time-out due attacchi vincenti di Pisseri riportano avanti la coppia del Progetto Giovani 11-8 e questo sarà il momento chiave del match: il duo marchigiano che aveva dato tutto per rifarsi sotto fino all’8-9 molla, commette 4 errori in attacco e il duo romagnolo-emiliano vola 16-9. Ora Pisseri-Frazzi si accontentano di fare il cambio-palla in modo regolare e vincono 21-14. Alla fine della semifinale si contano 16 punti di Pisseri con solo 1 errore punto e 12 punti di Rizzi con 4 errori punto. Finalmente Pisseri-Rizzi possono riposare per un paio di ore, infatti la finale per lo scudetto è prevista per le 16.00, terminata la finalissima femminile. Terminando Menegatti-Lombardo 2-1 su Pini-Bulgarelli, la finale inizia con un quarto d’ora di ritardo e parte alle 16.15. Gli avversari sono la coppia ligure Guido-Ghiga, che avevano battuto in semifinale 2-1 la coppia pugliese Montanaro-Galasso, giunta poi quarta dietro alla coppia marchigiana Cionca-Cecchin, vincitori del bronzo per 2-0 e che hanno alla fine potranno dire di aver perso solo dai futuri campioni d’Italia.

In finale Rizzi-Pisseri partono subito caricatissimi, la torcida della tribuna infiamma Rizzi, richiamato anche dall’arbitro per festeggiamenti plateali verso i suoi supporters, che con le trombe festeggiavano ogni punto del duo emiliano-romagnolo. Dopo lo 0-2 iniziale, Pisseri-Rizzi, grazie anche a due muri consecutivi di Pisseri e un paio di contrattacchi di Rizzi, volano 10-4 e poi continuano ad accelerare fino al 19-12 prima di vincere facile 21-13. Un primo set da incorniciare, dove Pisseri-Rizzi sono impeccabili, regalando solo due punti agli avversari e facendo della regolarità la loro arma migliore. Sembra tutto facile ma nel beach volley nulla è scontato; la fatica si fa sentire, un calo fisico, ma soprattutto nervoso fa il resto; l’inizio del secondo set è brutto, con Pisseri-Rizzi che purtroppo non approfittano degli errori di Guido-Ghiga e del vantaggio 8-5 e poi 10-7 e rimettono in carreggiata i liguri, che raggiungono la parità sul 12 pari e il primo vantaggio sul 12-13. Ora Guido-Ghiga giocano bene, tornano a livelli alti, mentre Pisseri-Rizzi calano leggermente e giocano punto a punto fino al 18-19. Qui un’azione lunghissima che vede Pisseri attaccare tre volte e Ghiga difendere altrettante volte e poi chiudere in contrattacco taglia le gambe a PisseriRizzi, che sono bravi e non mollare sul 18-20 e fare subito il punto del 19-20 con Pisseri. Ora serve una difesa e un contrattacco per rimettere tutto in parità e andare ai vantaggi; Pisseri difende per due volte, ma purtroppo non riesce a chiudere due alzate staccate di Rizzi e alla fine chiude Guido e con il 19-21 si va un set pari e tutto da rifare. Sarà il tie-break finale a decidere l’oro di Beach Volley U21 di Jesolo 2008.

Il terzo set inizia con Pisseri-Rizzi di nuovo sugli scudi: attacco di Nico ed errore in attacco dei liguri e si va subito 2-0; contrattacco sprecato di Rizzi e Guido-Ghiga tornano a meno uno; errore in battuta ligure e Nicola va in battuta sul 3-1. Muro di Rizzi e contrattacco di Pisseri e nuovo allungo 5-1. Calo in attacco di Rizzi che non mette giù la palla e Guido-Ghiga tornano sotto 5-4. Rizzi si riprende subito e mette giù una palla importantissima del 6-4, errore in contrattacco di Nicola e di nuovo 6-5. Per fortuna Guido sbaglia la seconda battuta del tie-break e Pisseri-Rizzi tornano a più due 7-5 e con due contrattacchi di Pisseri allungano in modo quasi decisivo fino al 9-5. Cambio palla di Ghiga 9-6, errore in attacco di Pisseri 9-7 ed errore di bagher di Rizzi 9-8 e tutto di nuovo da rifare. Ci pensa ancora Pisseri a chiudere in attacco e tenere e meno due i liguri 10-8, liguri che in una azione lunga sbagliano poi il contrattacco e regalano l’11-8 a Pisseri-Rizzi; difesa straordinaria di Rizzi che fa punto direttamente e con il 12-8 in pratica scatena la tribuna; l’emozione è palpabile, tutti iniziano a pensare “ormai è fatta” e proprio questo poteva essere l’unico avversario per Rizzi-Pisseri che con Rizzi sbagliano la battuta per appunto un calo di attenzione; 12-9 e probabilmente con il prossimo punto si decideva se Pisseri-Rizzi avrebbero avuto la testa per chiudere o e Guido-Ghiga potevano rientrare ancora una volta nel match; la risposta non si fa attendere, Rizzi mette giù la palla del 13-9 e l’aria si tinge d’oro; cambio palla di Ghiga 13-10 e ancora errore in battuta dei liguri che con il 14-10 regala 4 match ball. Battuta di Pisseri, che poi va a difendere e con un preciso contrattacco chiude set e partita: PISSERI-RIZZI battono GUIDO-GHIGA 2-1 21-13 19-21 15-10 e vincono l’oro:

PISSERI-RIZZI CAMPIONI D'ITALIA U12M a JESOLO 2008.

Alla fine 22 punti per Pisseri e 14 per Rizzi, in una finale che partita facile, sembrava non voler più finire.

 

E il Progetto Beach Volley Parma continua ancora ...

 

In serata la notizia del successo è girata per tutta Parma, grazie alla chiamata di Bovio a TV Parma, che immediatamente ha dato la notizia sugli schermi della TV locale; già in serata Bovio ha poi chiamato la Gazzetta di Parma e dettato un primo pezzo a Matteo Pia e lui stesso ha voluto poi intervistare il giorno dopo il fresco tri campione d’Italia Nicola Pisseri

 

Ecco l’intervista del giorno dopo

 

Intervista a Pisseri uscita sulla Gazzetta di Parma martedì 2 settembre:

Non  c’è due senza tre” nessun proverbio sembra più azzeccato per descrivere questa fantastica impresa del bravo atleta ducale Nicola Pisseri, che domenica scorsa a Jesolo ha centrato il suo terzo scudetto di Beach Volley. Quest’anno si è laureato Campione d’Italia di Beach Volley U21M, dopo i due ori conquistati a Marina di Ravenna la scorsa estate (categoria U19M) e in Umbria due anni fa (Trofeo delle Regioni, categoria U18M). “Sono contentissimo di questo successo” esplode un raggiante Nicola abbracciato dai numerosi sostenitori accorsi a Jesolo “siamo partiti da Parma con l’obiettivo di portare a casa una medaglia, ma certamente per come si era messa nella prima giornata è stato tutto molto difficile” La scalata verso il terzo titolo era infatti partita male, con la sconfitta nel match d’esordio, che ha rilegato il duo ducale-ravennate a risalire dal tabellone perdenti. “Per rimetterci in carreggiata abbiamo dovuto infilare tre vittorie sabato, ma soprattutto altre tre vittorie in tre match giocati uno di seguito all’altro domenica mattina” solo a quel punto era certa una medaglia e finalmente i ragazzi hanno potuto riposare nella pausa pranzo, prima di giocare alle 16 la finalissima che valeva l’oro.

In finale siamo partiti benissimo” commenta Nicola “sostenuti e caricati dagli spalti, dalle tre coppie di Parma, che erano venuti su con noi e dagli amici di Ravenna del mio socio Federico, che dalla tribuna si sono fatti sentire con le trombe da stadio” Tra il pubblico vi era anche la ragazza di Nicola, Francesca Conti, che oltre aver giocato con Tagliavini, è sempre stata vicina a Nicola tifando insieme a Rossi e Consigli, l’altra coppia di Parma salita alle Finali e compagni di allenamento di Pisseri e Rizzi. “Se siamo riusciti a vincere lo scudetto, nonostante il recupero dei nostri avversari, che ci hanno strappato ai vantaggi il secondo set, trascinandoci al tie-break finale” ci tiene a sottolineare Nicola “lo dobbiamo anche a loro; prima a Cesenatico in ritiro all’Eurocamp, poi al nostro campo di allenamento alla Piscina del Campus, ci siamo allenati sempre con loro all’interno del Progetto Giovani di Beach Volley” .

Nicola Pisseri è infatti la stella indiscussa del Progetto Beach Volley di Parma, promosso e sostenuto dal Comitato Provinciale di Parma, nella persona del presidente Cesare Gandolfi, che raggiunto telefonicamente ha voluto complimentarsi con Nicola “come Comitato siamo orgogliosi di avere Nicola come punto di riferimento del nostro Progetto di Beach Volley, ora sicuramente troveremo il modo di festeggiarlo a dovere, perché sta dando lustro alla nostra città

Nicola è il vero faro del Progetto Giovani di Beach e oltre a vincere direttamente in campo i vari titoli, si sta impegnando anche come istruttore a fianco del responsabile tecnico Federico Bovio, per trasmettere ai più giovani i suoi segreti “Devo molto a Federico, con lui abbiamo vinto oltre ai tre ori del Beach, anche altre tre medaglie in indoor, un oro in U14, un argento in U15 e un bronzo in U16; ha sempre creduto in me e mi sembra giusto ripagarlo aiutandolo a far crescere i giovani talenti di Parma; dall’anno prossimo, speriamo di avere il secondo campo di allenamento alla Piscina del CSU del Campus, se ne stanno occupando il prof Del Chicca e Gino Passigatti della Villa Bonelli e il Comitato Provinciale e Regionale ci hanno promesso di darci una mano per sostenere le varie spese” Nicola, prima di scappare ci tiene a dire un’ultima cosa “Un grazie al mio socio Federico Rizzi, che per questa stagione estiva ha sostituito più che egregiamente il mio socio storico Andrea Frazzi, che dopo la maturità ha preferito riposarsi; Rizzi è stato ottimo sotto tutti gli aspetti, una grinta eccezionale che ha trasmesso a tutto il pubblico e una voglia di vincere e di fare sul serio, dimostrata dal fatto che è venuto anche a Parma per allenarsi all’interno del nostro Progetto Giovani”. Non appagato, già da oggi Nicola, con finalmente anche Frazzi e i giovani Consigli e Rossi e gli esperti Mordonini e Codeluppi, è al lavoro al campo della Piscina, per preparare le Finali Nazionali del prossimo anno e forse il mondiale U21 con la maglia della Nazionale; il selezionatore Ettore, presente a Jesolo ha infatti fatto sapere al tecnico Bovio di tenere in seria considerazione la candidatura di Nicola per una maglia azzurra per i prossimi Mondiali.